Archivi categoria: Bologna

Associazioni Riunite – Corsi di informatica di base

case_zanardi_colore_previewassriunew2

Progetto Artisia Corsi di Informatica di Base

E’ possibile iscriversi ai corsi di informatica di primo livello (alfabetizzazione digitale), gratuiti, promossi e tenuti da Associazioni Riunite (Progetto Artisia), nell’ambito delle attività di COMMUNITAS-Casa Zanardi Lame/Cittadinanza Attiva.

Questa è una opportunità destinata prioritariamente a persone disoccupate e in pensione, e vuole essere un concreto aiuto per dotare la cittadinanza di strumenti pratici di emancipazione informatica, nonché favorire – in particolare per coloro che sono temporaneamente non occupati – un ampliamento delle risorse nella ricerca di lavoro. I posti rimanenti sono a disposizione del resto della cittadinanza.

Il calendario dei corsi:

ORE 16 – 17,30                           10 DICEMBRE 2014 – MERCOLEDÌ

ORE 16 – 17,30                           15 DICEMBRE 2014 – LUNEDÌ

Le lezioni si terranno presso la Sala Gialla del Centro Civico Borgatti in via Marco Polo 51, Bologna (zona Lame).

Il numero dei partecipanti, per incontro, non supererà le 4 persone, per favorire un migliore apprendimento della lezione. Non è necessario possedere un computer portatile che sarà invece messo a disposizione da Associazioni Riunite.

Prenotazioni ed iscrizioni:

Via telefono al tel. 051- 6353605

E-mail cittadinanzattivanavile@comunitasociale.it

Ulteriori informazioni anche per gli altri sportelli su www.riunite.eu

Case Zanardi apre i primi due empori solidali

case zanardi emporio 1

(radio città del capo) Da oggi a Bologna ci sono due empori solidali. Hanno l’apparenza di un supermercato, con tanto di carrelli, ma per fare la spesa non si paga. Sono stati aperti nelle Case Zanardi di via Capo di Lucca e via Abba e sono destinati, in prima battuta, a 50 famiglie, le prime 50 che a Bologna hanno ricevuto la social card. L’obiettivo, però, è di allargare il servizio, almeno per coprire le oltre 200 famiglie titolari della tessera, come spiega l’assessore al Welfare Amelia Frascaroli

Per fare la spesa nell’emporio, basterà comunicare il codice fiscale di uno degli adulti del nucleo familiare. Una famiglia di 4 componenti, per esempio, avrà a disposizione 100 punti, corrispondenti a circa 100 euro per portare a casa prodotti come pasta, riso, pelati, tonno, olio, farina, omogenieizzati, dentifricio, rasoi, detersivi leggi tutto